Rose Preservate dell’Ecuador

Attualmente, circa quindici aziende situate a Quito si dedicano alla produzione di rose preservate e riescono a esportare circa 20 milioni di dollari all’anno.

La loro produzione deriva dalla selezione delle migliori rose fresche e poi passano attraverso i metodi di cera e glicerina per garantirne la durata. Questo processo genera un fiore che rimarrà in perfette condizioni per oltre un anno.

Al giorno d’oggi, di fronte alla crescita della domanda di questo settore, il problema principale che l’Ecuador deve affrontare è l’incremento dell’offerta e alcune barriere commerciali e culturali esistenti.

Una delle difficoltà per continuare l’espansione di questi fiori è il trasporto internazionale, che ha tariffe sempre più alte. Ciò è dovuto al fatto che il bilancio commerciale del paese è molto più piccolo per quanto riguarda le importazioni a causa del protezionismo.

D’altra parte, i produttori di rose fresche temono che quelle preservate possano togliere loro una parte di mercato, poiché credono che possano essere sostituite a causa della loro maggiore durata. Ma questo è un concetto sbagliato, poiché le rose preservate sono un prodotto completamente diverso, che attraversa processi diversi, molto più esclusive e con prezzi fino a venti volte più alti rispetto alle rose normali.

Sempre più fattorie stanno aggiungendo l’opzione di rose preservate come parte della loro offerta, al fine di ottenere una maggiore redditività offrendo altri prodotti al di fuori dei tradizionali.